Round 1: GP of Qatar - Losail, 02.03.2013

Si è inagurata a Losail in Qatar, la stagione 2013 del FIM Motocross World Championship.
Athena, forte della rinnovata collaborazione con YOUTHSTREAM, si è proposta come main sponsor degli Holeshot Awards. Vengono premiati i piloti che effettuano la partenza più esplosiva e si trovano a chiudere il primo giro di pista al primo posto.
Athena con il suo brand GET specializzato nell’elettronica ha deciso di sponsorizzare gli Holeshot per evidenziare il constante impegno nel trovare soluzioni che migliorino le prestazioni della moto fin dall’uscita dal cancelletto.
I premi sono stati consegnati dal Senior Executive di Athena, Erardo Ratzenbeck presente in Qatar.

Gara 1 MX2
Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) ha vinto la manche con più di trenta secondi di differenza sul secondo classificato Glenn Coldenhoff (Standing Construct KTM). Il pilota olandese è riuscito a superare il connazionale nel secondo giro e mantenuto la testa del gruppo fino al traguardo.
Glenn Coldenhoff ha avuto un ottimo inizio e ha ottenuto l’Holeshot Award GET/Athena dominando i primi due giri della gara.

Gara 1 MX1
Kevin Strijbos (Rockstar Energy Suzuki), vincitore dell’Holeshot Award GET/Athena, non è riuscito a tenere il comando della gara e dopo alcuni errori si è ritrovato in sesta posizione.
La KTM numero 222 del team Red Bull Factory ha dovuto rimontare dalle retrovie al terzo posto durante la prima manche. Si è trattato di un inizio manche tribolato per Tony, che si è ritrovato imbottigliato alla prima curva. Con una grande rimonta, Cairoli è riuscito addirittura ad ottenere un terzo posto finale, con un magistrale sorpasso su Bobryshev a due giri dalla fine.
Clement Desalle (Rockstar Energy Suzuki) ha iniziato la gara in quarta posizione e ha dato la caccia a tutti quelli che erano davanti a lui fin dall'inizio. Al quattordicesimo giro, il pilota belga era davanti a tutti e spingeva come un dannato.
Ken De Dycker (Red Bull KTM Factory Racing) partito terzo, è riuscito a sorpassare Bobryshev e Strijbos che erano davanti a lui e ha guidato la gara per i seguenti sette giri. Il connazionale Desalle, alle sue spalle andava davvero forte, e anche se De Dycker ha dato il suo meglio, ha dovuto arrendersi e difendere la seconda posizione.

Desalle, Cairoli ed Herlings protagonisti in Qatar

Super Finale
La prima Superfinale della storia, una novità per il mondiale cross con al via i migliori delle classi MX1 e MX2, vede l’Holeshot di Desalle, seguito a ruota dal compagno Strijbos, Cairoli è subito alle loro spalle davanti a Bobryshev, Fevbre, Tixier, Goncalves, Lieber. Tony è scattato bene dal cancello, ed a 25 minuti dalla fine ha rotto gli indugi con un sorpasso da manuale su Desalle, prendendo così la leadership della gara. Una volta al commando, Cairoli ha accumulato margine andando così a conquistare la prima vittoria di manche della stagione. Il pilota siciliano ha firmato per tre anni con Ktm, andando cosi a dare continuità un sodalizio imbattibile che ha fruttato tre titoli mondiali con il marchio austriaco e sei mondiali vinti con il team De Carli, che rimarrà al fianco del campionissimo.

Settimo era Herlings, il miglior pilota MX2 nella Super Finale, davanti a De Dycker, Steven Frossard (Yamaha Factory Monster Energy Team) e David Philippaerts (Honda Gariboldi Racing Team).