Round 4: GP of Trentino – Arco di Trento, 14.04.2013

Trionfo Cairoli: doppietta al GP del Trentino

MX1
Niente da fare: Tony Cairoli in certe giornate sembra un marziano. Ieri al GP del Trentino ha messo tutti dietro alla grande, vincendo Gara 1 e Gara 2 di fronte a 23.000 spettatori in delirio. Fin dalla partenza si è visto che per gli altri riders non ci sarebbe stata storia. In entrambe le manche Cairoli ha bruciato tutti al via e si è aggiudicato due splendidi holeshot.
In Gara 1 Cairoli impone il suo ritmo fin dall’inizio, mentre l’altro guerriero della KTM, De Dycker, sabato in pole, manca la partenza e si ritrova in dodicesima posizione.  Il team Kawasaki di Searle e Paulin e quello della Suzuki, con Desalle e Leok, provano a inseguire Cairoli, ma inutilmente: il campione di Patti è irraggiungibile e gestisce il vantaggio in scioltezza fino all’arrivo. Le uniche altre emozioni della gara le regalano la rimonta di De Dycker e il tentativo di Desalle di superare Paulin nel finale. Quando sventola la bandiera a scacchi, dietro a Cairoli ci sono Paulin, Desalle e De Dycker.
Gara 2 assiste al disastro di Desalle, che ad Arco perde dieci punti in classifica generale e, soprattutto, il secondo posto, a favore di De Dycker. Al via, dietro a Cairoli succede di tutto. Le moto finiscono per aggrovigliarsi in un ingorgo, causando una caduta che coinvolge Searle, Desalle e Philippaerts. Desalle si rialza e riprende la gara in una rincorsa forsennata, nel tentativo di recuperare posizioni. Ma la sua giornata "no" continua: cade di nuovo e compromette definitivamente il recupero. Straordinario il duello tra Broog e Nagl per la conquista del terzo posto, che alla fine va al tedesco.

Grande soddisfazione anche per Athena-Get, quest’anno patron dell’Holeshot Awards, che ha potuto consegnare il premio a Cairoli, che l’azienda vicentina sponsorizza da anni.


MX2
Il team della KTM ha ormai chiaro che, quest’anno, l’unico rivale di Jeffrey Herlings è lui stesso. Anche ad Arco l’olandese volante ha fatto di tutto per complicarsi la vita, con cadute e errori ripetuti, come alla partenza di Gara 2, quando è rimasto incastrato nel cancelletto. Nonostante questo, Herlings ha dominato anche il GP del Trentino e ha raggiunto quota 200 punti in classifica generale.
In Gara 1, grande partenza di Jordie Tixier, che si aggiudica l’Athena-Get Holeshot Award. Il francese sembra controllare tranquillamente la corsa, ma proprio nel finale viene superato dal suo compagno di scuderia Herlings e deve accontentarsi del secondo posto.
In Gara 2 ottima prestazione di Josè Butron, che già in Gara 1 si era comportato molto bene, correndo a lungo al terzo posto, prima di essere frenato da un problema meccanico e finire in sesta posizione. Si riscatta vincendo l’Athena-Get Holeshot Award, battendo tutti alla partenza, e conquistando il secondo posto finale.