17 Round Monster Energy AMA Supercross Series 2013 – Las Vegas

Ken Roczen porta a casa il titolo 250 West

SX 250 WEST

Ultima gara della stagione 2013. Ken Roczen si aggiudica il campionato, seguito a soli due punti da Tomac. Proprio Tomac a Las Vegas si giocava le residue speranze di vittoria e, per questo, ha fatto una gara superlativa, correndo come un indemoniato. Alla partenza è Davalos a far proprio l’holeshot. Le due star del campionato rimangono dietro, Roczen in quinta e Tomac in settima posizione. Ma bastano pochi giri per rovesciare la situazione. Roczen rimonta fino al secondo posto, dietro a Davalos. Tomac va alla carica e, dopo aver superato Roczen al decimo giro, punta su Davalos. Ci riesce al dodicesimo passaggio. Una volta insediato nella posizione di testa, non la molla più e, anzi, aumenta in maniera significativa il suo vantaggio. Ma Roczen, poco prima della fine, riesce a superare Davalos e a conquistare secondo posto e titolo di campione.

Wil Hahn viene incoronato Campione nella classe 250 East

SX 250 EAST

L’holeshot è stato appannaggio di Gavin Faith davanti a Wil Hahn. Dopo il primo giro, Bowers è passato secondo per poi prendere il comando al secondo passaggio. Hahn si è assicurato il secondo posto al quinto giro prima di dover cedere il passo a Marvin Musquin, impegnato in una disperata rimonta che avrebbe potuto fruttargli il titolo. Purtroppo l’attacco a Bowers non ha avuto successo, e il francese - che paga carissima la débacle della gara precedente - ha dovuto cedere la corona a Hahn che ha fatto tesoro dei punti accumulati precedentemente.

SX 450

Nella 450 passerella per Ryan Villopoto, che si era già laureato campione a Salt Lake City, con una gara di anticipo. L’holeshot è di Weimer, seguito da Reed, Short, Dungey, Villopoto e Barcia. Con un solo, velocissimo giro Villopoto si porta in testa. Weimer non molla e cerca in tutti i modi di riprendere il comando, ma dopo qualche giro deve cedere anche a Dungey. Nel frattempo Millsaps, che non era partito molto bene, risale prima alla quinta e, poi, alla quarta posizione. Settimo giro: Millsaps supera Weimer e punta dritto su Dungey. I due lottano non solo per il secondo posto in gara ma anche per quello in campionato. Dungey però resite all’assalto e spinge forte fino a riprendere Villopoto. Mancano solo quattro giri, ma il Diavolo Rosso non si fa sorprendere e amministra la gara fino a tagliare il traguardo al primo posto. Millsaps, arrivato terzo, si aggiudica la seconda piazza in campionato, a un solo punto da Dungey.