Round 6: Gp del Brasile – Beto Carrero, 19.05.2013

MX1

Niente ferma il Cairoli di questa stagione. In Brasile il Tony nazionale sconfigge il fango di una pista martellata dal maltempo e ottiene la vittoria numero 58. La gara, nonostante le condizioni difficili, anche se non proibitive, mostra subito quanto Cairoli sia in palla. Con una partenza fulminante si aggiudica l’Athena Holeshot Award. Poi, dieto di lui, è subito il vuoto. Nessuno sembra reggere il suo ritmo indiavolato. La gara alle sue spalle vede avanzare a sorpresa Philippaerts in seconda posizione, mentre Paulin, che al via si fa trovare impreparato, deve risalire dal nono posto. Searle cade e lascia a Nagl e Desalle la rincorsa al secondo posto. Philippaerts viene superato e la lotta tra Nagl e Desalle si risolve a favore del primo. Paulin quarto mentre Philippaerts finisce addirittura settimo. Ma il trionfo e il tifo del pubblico sono tutti per Cairoli.

Cairoli vince a ritmo di sambaVittoria numero 58, che il campione KTM dedica a Marco Simoncelli

MX2

L’ennesima vittoria facile in MX2 non toglie a Herlings l’amarezza per aver mancato il successo in Superfinale, l’ultima del 2013. L’Olandese Volante ha ceduto il primo posto a Butron in seguito a una gara piena di errori: partenza sbagliata e caduta alla prima curva. Per Herlings, addio alla perfect season. Eppure anche questa volta nella gara di categoria si era visto il suo solito strepitoso monologo, dopo l’ennesima partenza a dir poco sciagurata e il successivo recupero spettacolare. L’Athena Holeshot Award va a Alexander Tonkov.