Round 8, GP di Francia – Ernee, 9.06.2013

MX1

Nel circuito di Ernee, grande attesa per il duello tra Cairoli e Paulin, che gareggiava di fronte al pubblico di casa. Finisce con il trionfo di Cairoli, mentre il francese si consola con la vittoria in Gara 1. Il Tony nazionale, in ogni caso, consolida il suo primato in classifica generale, distanziando di altri quattro punti Paulin. In Gara 1, partenza esplosiva di Cairoli, che conquista l’Athena Get Holeshot Award. Paulin è quarto ma, sospinto anche da un pubblico eccezionale, raggiunge Cairoli e, a metà gara, lo sorpassa. Il campione di Patti si mette a ruota e sembra controllare la situazione in attesa di sferrare l’assalto finale. Ma proprio nel momento clou della gara, un gruppo di doppiati si interpone tra lui e Paulin. Quando Cairoli riesce a liberarsi dell’ostacolo, ormai è troppo tardi. Paulin si invola al traguardo e vince tra il tripudio della tribuna. In Gara 2, altra partenza perfetta di Cairoli, che si aggiudica per la seconda volta l’Athena Get Holeshot Award. Dietro di lui è la bagarre, con il grosso dei piloti raggruppati in pochissimi metri. Paulin rimane imbottigliato nel mucchio e non riesce a venirne fuori. Mentre Cairoli conduce la sua gara in solitaria, alle sue spalle è tutta una serie di sorpassi per aggiudicarsi la seconda posizione, con Searle che si mostra particolarmente combattivo. Sostenuto dalle ovazioni della folla, Paulin finalmente sembra suonare la carica e recupera posizioni su posizioni. Ormai, però, è troppo tardi per puntare alla vittoria e, nonostante la splendida rimonta, dovrà accontentarsi del quarto posto.

Tony Cairoli

MX2

Solita gara senza storia, con Herlings che infila la sua ennesima doppietta e vince perfino la sofferenza causata da uno spaventoso volo fatto il giorno prima, durante le prove. L’eroe della giornata, però, è il francese Dylan Ferrandis che, di fronte al proprio pubblico, sfodera una prestazione senza precedenti e si aggiudica il secondo posto in entrambe le gare. Gara 1 inizia con l’holeshot di Butron, a cui va l’Athena Get Holeshot Award. Herlings si prende subito la prima posizione e tenta come al solito la fuga in avanti. Ma Ferrandis, incredibilmente, lo raggiunge e lo tallona da vicino. Il francese non solo tiene il fiato sul collo a Herlings, ma in alcuni momenti sembra anche pronto a superarlo, tra i boati d’entusiasmo del pubblico. Alla fine però e Herlings a spuntarla. In Gara 2 l’Athena Get Holeshot Award va a Ferris, ma è Tixier a portarsi al comando, che perde però già al primo giro, a causa di una caduta che lo fa finire in fondo al gruppo, ancora tutto compatto. Nicholls ne approfitta per prendersi la prima posizione, mentre Ferrandis lo segue al secondo posto. Herlings è attardato dietro, dopo aver mancato, come spesso gli accade, la partenza. Ferrandis tenta in tutti i modi di superare Nicholls e dopo due giri riesce a trovare la traiettoria giusta per passare in testa. Ma poco dopo commette un errore e scivola al terzo posto, superato anche da Herlings, che nel frattempo ha portato a termine la sua solita, inarrestabile rimonta. Mentre l’olandese s’invola primo al traguardo, alle sue spalle la gara s’infiamma per la battaglia per il secondo posto tra Charlier, Nicholls e Ferrandis. Sarà quest’ultimo, grazie a un finale fantastico, a spuntarla.