Il GP numero sedici della stagione 2015 si è corso sul tracciato artificiale di Assen, in Olanda. Ricavato all’interno del prestigioso autodromo dove abitualmente fa “tappa” la Moto GP, il fondo sabbioso ha nascosto insidie a non finire per tutti i big del mondiale motocross, giunto alla terzultima tappa. Nella classe minore, la MX2, il lettone Pauls Jonass in sella alla sua KTM SXF 250 Red Bull Factory supportata da Athena – GET e promosso a prima guida KTM dopo l’infortunio che ha estromesso anzitempo Jeffrey Herlings dalla lotta per il campionato, si è presentato in Olanda con la tabella rossa di leader della generale ben ancorata sulla sua KTM SXF 250 Factory. Dopo una prima manche corsa sapientemente, dove si è accontentato del secondo posto, Pauls è rimasto vittima di una caduta al via di gara 2 che gli ha compromesso la seconda manche. Infatti, in un contatto tra le moto rimaste coinvolte nella caduta, il suo mezzo meccanico è rimasto danneggiato e il pilota lettone ha dovuto mettere in atto una rimonta dall’ultimo posto che si è conclusa con la tredicesima posizione finale. Per merito dei punteggi acquisiti, Jonass rimane in seconda posizione nella classifica di campionato a tredici lunghezze dal leader della generale, e rimane pienamente in corsa per il titolo iridato che si assegnerà nelle gare oltre oceano previste per i fine settimana del 13 e 20 settembre prossimo in Messico e America. A un soffio dal podio ha chiuso il GP, il belga Julien Lieber (Standing Construct Yamaha Yamalube) che, con la sua Yamaha YZF 250 equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40, è andato molto vicino alla “zona medaglie” facendo segnare il quarto miglior punteggio di giornata per merito del terzo e del sesto posto raggiunti nelle due manche. Nella MXGP invece, giornata da incorniciare per i colori Athena – GET. Romain Febvre, in sella alla sua Yamaha 450 factory equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40 si è laureato CAMPIONE DEL MONDO della classe MXGP. Il francese, al primo anno di permanenza nella classe regina, è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi la vittoria assoluta dando dimostrazione di superiorità nei confronti dei suoi avversari in ogni occasione. Febvre, ha chiuso il GP in seconda posizione precedendo sul podio l’olandese Glen Coldenhoff (Suzuki – Rockstar Energy) in gara con il sistema di acquisizione dati M40, terzo a fine gara. 

Citazione d'obbligo anche per Nick Kouwenberg e il Team Honda JTech, che hanno conquistato il Campionato Europeo EMX250 utilizzando la nostra centralina GP1 EVO.

Il mondiale motocross osserva due settimane di riposo prima di tornare in gara il 13 settembre in Messico a Leon, per il, diciassettesimo e penultimo round di questa stagione.