Sesta gara della stagione 2016 che si è svolta sul “Zelta Zirgs” di Kegums, in Lettonia. Il tracciato, situato a circa 50 chilometri a sud della capitale Riga, ha accolto i pretendenti ai titoli mondiali con un week end caratterizzato dal meteo soleggiato. Il fondo sabbioso ha messo a dura prova i piloti che si sono affrontati a viso aperto sulle inside “nascoste” nella sabbia del nord Europa. Nella categoria riservata ai piloti “under 23” è sempre più “monologo” da parte di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) che in sella alla sua KTM 250 SXF supportata da Athena GET ha raggiunto la sesta vittoria di GP consecutiva. Per l’olandese è sempre più “perfect season” e infatti, guida la classifica di campionato a punteggio pieno (300 punti). Sul terzo gradino del podio è salito Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) a bordo della Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Lo svizzero è sempre più la “seconda forza” del campionato cadetto.  Nella classe regina del motocross mondiale, la MXGP, Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) ha sfiorato la vittoria, in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena GET. Il campione siciliano ha chiuso il GP al secondo posto, distanziato di una sola lunghezza dalla vittoria assoluta. Una vittoria che manca nel palmares dell’otto volte campione del mondo dallo scorso campionato. Al terzo posto si è classificato Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Il francese, vincitore della seconda manche, è sempre in testa alla classifica assoluta e la sua Yzf sfoggerà anche in Germania la tabella rossa di leader del campionato. Quarto assoluto il suo compagno di squadra Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha Racing Team) anche lui in sella alla Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA.