A St. Frossard vince l’Elite, Cairoli campione MX1, Lupino porta Husqvarna al titolo MX2 dopo 10 anni

PRESS ATHENA, 25 MAR 2012
ELITE Nonostante avesse il titolo già in tasca, il francese Frossard (Monster Energy Yamaha GET) non si è certo risparmiato: ha calato un Poker d’assi ed ha vinto per il secondo anno consecutivo. Una gara emozionante, dove il “padrone di casa” Davide Guarneri (KTM Silver Action) parte forte e per oltre metà frazione riesce a rimanere in testa. Nella “S” dopo il finish, viene superato prima da Frossard poi da Cairoli (RedBull KTM Factory Racing ATHENA-GET), che si getta all’inseguimento del transalpino senza mai agganciarlo. E’ comunque un meritatissimo terzo posto per il pilota bresciano, che fa il pari con quello ottenuto in precedenza nella MX1, dove invece Cairoli conquista una bella vittoria, che gli consente di aggiudicarsi la tabella di campione MX1, sebbene finisca a pari punti con lo stesso Frossard. Peccato per Philippaerts (Monster Energy Yamaha GET), che non è riuscito ad essere competitivo, ritirandosi per un fastidioso infortunio a un dito occorsogli in allenamento. Chiudono al quarto e quinto posto nella gara Elite rispettivamente Boissiere (TM Factory) e Bonini (KTM Marchetti), oggi molto competitivi soprattutto in partenza. Bruttissime cadute per Beggi (Honda MotoBase), Aperio (KTM WinMX) e Triest (Husqvarna Factory Ricci Racing GET): il pilota emiliano viene portato in ospedale con l’elisoccorso. Da noi tutti auguri di pronta guarigione.


Podium (S.Taglioni Photo)

MX2 E’ Lupino il vero trionfatore di giornata, dopo che con un meritato secondo posto riesce a conquistare la tabella di campione, al termine di un campionato dove ha dimostrato di aver lavorato bene in simbiosi col team Husqvarna Factory Ricci Racing GET e di essere cresciuto come pilota in termini di velocità, maturità e resistenza. Una gara combattutissima vinta da Tonkov (Honda Gariboldi Esta GET), che supera Lupino nei primi giri, mentre sul terzo gradino del podio sale Chiodi (Suzuki Academy121), che approfitta di un errore all’ultimo giro del combattivo e veloce Ivo Monticelli (Suzuki Valenti).


Start (S.Taglioni Photo)


Alex Lupino - (husqvarna-motorcycles.com Photo)